La Pasqua è più dolce con la Pastiera Napoletana: la ricetta

Dolce tipico della tradizione napoletana, ma apprezzato anche nel resto d’Italia, la Pastiera non manca mai nel periodo di Pasqua, anche se nel tempo la sua bontà l’ha fatto diventare anche un dolce natalizio, e la sua ricetta viene tramandata in ogni famiglia, con tante piccole varianti e la convinzione, propria di ogni improvvisato pasticcere, che la propria sia sempre la più buona. 

Se non avete una ricetta propria della vostra famiglia, ve ne suggeriamo una di seguito, che vuole rispecchiare fedelmente la tradizionale pastiera napoletana.

Ingredienti
Per la frolla (stampo da 26 cm in superficie)

  • Farina 00 350 g
  • Strutto 200 g
  • Zucchero 150 g
  • Tuorli 3

Per il grano

  • Latte 250 g
  • Grano cotto 350 g
  • Strutto 30 g
  • Scorza di limone 1

Per il ripieno

  • Ricotta vaccina 200 g
  • Ricotta di pecora 200 g
  • Zucchero 350 g
  • Uova 3
  • Canditi 75 g
  • Acqua millefiori 15 g
  • Baccello di vaniglia 1 (o 1 cucchiaio di estratto)

Preparazione
Si comincia dalla pasta frolla. Si inizia a mescolare la farina, lo zucchero e lo strutto, impastando prima con un mestolo, poi a mano. Il composto risulterà sabbioso e si potranno aggiungere i tuorli: una volta impastato il composto risulterà liscio ed uniforme. Avvolgerlo nella pellicole e lasciarlo riposare in frigo per almeno un’ora.

Si passa poi al grano. Versare il latte, il grano, lo strutto e la scorza del limone grattuggiata in un pentolino e cuocere a fiamma media per circa 20 minuti. Trasferire il tutto in una ciotola e lasciarlo raffreddare. A molti non piace sentire la consistenza del grano: in questo caso si può frullare il composto, eventualmente aggiungendoci anche i canditi (una parte o per intero).

Per il ripieno si comincia dal setacciare entrambi i tipi di ricotta, si aggiunge lo zucchero e si inizia a mescolare. Aggiungere le uova e mescolare nuovamente. Unire il grano, accertandosi che si sia raffreddato, e gli aromi (l’acqua millefiori, i canditi e la vaniglia), mescolando il ripieno.

Passare lo strutto e la farina sulla teglia. Stendere l’impasto della frolla, trasferirlo nella teglia facendolo aderire su tutta la superficie. Tagliare l’impasto in eccesso ed impastarlo nuovamente per creare le strisce da mettere in superficie. Versare il ripieno e poi posizionarle in due versi differenti, da parte a parte. 

Preriscaldare il forno a 180° e poi far cuocere la pastiera per 70’. Se la superficie dovesse scurirsi troppo, utilizzare la carta d’alluminio per coprirla. Sfornare la pastiera e lasciarla assestare prima di assaggiare questa prelibatezza (i più golosi possono spargere un po’ di zucchero a velo prima di tagliarla).

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.