Guida per scegliere sedili e tappezzeria dell’auto

Sebbene si sia soliti guardare prima a tutti gli aspetti riguardanti la carrozzeria e le prestazioni, anche la scelta dei materiali per gli interni ha la sua importanza nell’economia generale. Non avere una guida per scegliere che tipo di sedili siano i migliori, può farci pentire nel lungo periodo. 

Le soluzioni più comuni prevedono una scelta tra sedili in pelle, in ecopelle, in tessuto, o in alcantara. Altre possibilità sono quelle che incrociano i diversi tipi di rivestimento. In ogni caso, è importantissimo, inoltre, effettuare una manutenzione costante nel tempo per evitare che si rovinino irreparabilmente.

Entrando nello specifico, vediamo pro e contro di ogni soluzione.
Gli interni in tessuto sono quelli più comuni e offrono il vantaggio di essere perfetti sia con il caldo che con il freddo, al contrario di quelli di pelle. Sono molto facili da pulire, sia in autonomia che rivolgendosi ad un autolavaggio: questo fattore, unito al prezzo più vantaggioso, rende il tessuto quello preferito dalla maggior parte dei clienti, a maggior ragione nel caso in cui si abbiano animali o bambini. Nel tempo, sono piuttosto soggetti ad usura, mostrando, nel tempo, una scarsa resistenza tra i punti di debolezza.

Gli interni in pelle solitamente rientrano nelle opzioni di chi acquista un’auto di lusso. L’aspetto estetico è senza ombra di dubbio il principale motivo per cui si sceglie questo tipo di rivestimento. Molto freddi in inverno e bollenti in estate, i sedili in pelle necessitano di un ottimo sistema di riscaldamento e raffreddamento. La loro eleganza, inoltre, può essere facilmente rovinata da qualche graffio, considerata la sensibilità del materiale. 

Scegliere i sedili in ecopelle è di tendenza ed ha un seguito crescente, grazie alla praticità e alla semplicità con la quale è possibile pulirli. Come accade per gli interni in pelle, purtroppo, il punto a sfavore dell’ecopelle riguarda l’elevata temperatura che i sedili raggiungono d’estate quando l’auto rimane troppo a lungo al sole. 

Le alternative in ecopelle mixato al tessuto raccolgono sempre più consensi grazie alla loro capacità di abbinare economicità ed eleganza.  Un’ulteriore possibilità è quella dell’alcantara, che però viene solitamente utilizzata solo per i sedili delle auto sportive. 

Nella scelta è fondamentale farsi guidare dalla destinazione d’uso dell’auto che si va a comprare: se è destinata a trasportare bambini o animali, se la si utilizzerà per parecchi km in città o in autostrada, se servirà per lavoro o nel tempo libero.

La pelle è facile da pulire: basta un panno bagnato per lavare i sedili, che, inoltre, non consentono alla polvere di penetrare. Con gli altri materiali bisogna fare più attenzione e, se non si è sicuri degli strumenti da utilizzare, meglio rivolgersi ad un autolavaggio.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.