Auto ibride: la situazione italiana

38
di Alessia Giannino

 

Negli ultimi anni, in Italia il settore delle vetture ibride ed elettriche si sta confermando in costante espansione anche se, rispetto ad altri Paesi europei, restiamo in netta minoranza.

Innanzitutto cerchiamo di capire quali sono le differenze tra le due tipologie di veicolo.

Le auto ibride offrono la sicurezza di un motore termico a benzina ed il risparmio di un motore elettrico integrato. Le auto elettriche, invece, hanno un solo motore elettrico, appunto, e sono prive di serbatoio per il carburante.

Secondo i dati di AutoScout24, basati su quelli ACI – Automobile Club d’Italia, nel 2018 le auto ibride ed elettriche sono aumentate del 38,7% rispetto all’anno precedente. Anche nei primi mesi del 2019 i dati indicano 42.360 nuove immatricolazioni di vetture ibride ed elettriche: un +38,9% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Questi sono, ovviamente, numeri destinati a crescere nei prossimi anni, in quanto – sempre secondo una ricerca internazionale di AutoScout24 – gli italiani saranno sempre più orientati ad acquistare motori ibridi ed elettrici, seppur al momento i costi siano ancora troppo alti e ci sia mancanza di stazioni di rifornimento.

Quali sono le regioni con più alto numero di vendita?

Nella prima parte del 2019, è stata la Lombardia la regione a registrare più vendite, seguita da Lazio, Veneto ed Emilia Romagna, posizionandosi anche come prima regione con incidenza di auto green sul totale delle auto vendute, sempre seguita da Veneto e Lazio. Agli ultimi posti, invece, ci sono il Trentino Alto Adige e la Basilicata mentre, in crescita rispetto l’anno precedente, troviamo la Puglia, la Toscana e il Molise.

Per quanto riguarda, infine, le singole città, la maggior parte delle auto ibride ed elettriche sono state acquistate a Roma (5.422) e Milano (4.623), ma Bologna ha il tasso di incidenza più alto.

La metropoli dove gli acquisti sono stati più carenti in assoluto? Bolzano, con solo 474 vetture in totale.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *