Carrozzine e scooter elettrici: conoscere le differenze per scegliere il modello migliore

26

Disabilità e scarsa mobilità rendono complessi anche i più brevi spostamenti. Molte persone hanno difficoltà a sostenersi con le proprie gambe e per ridurre i limiti nella loro quotidianità esistono diversi mezzi che facilitano le loro attività.

La sedia a rotelle in questi casi diventa indispensabile, ma un ausilio maggiore per chi non è in grado di muoversi autonomamente viene dato dalle carrozzine elettriche che si differenziano tra loro adattandosi a diverse necessità. I modelli cambiano a seconda del motore, della dimensione delle ruote e della robustezza del telaio.

Carrozzine elettriche per ambienti interni

carrozzina elettrica per disabili

Le carrozzine elettriche destinate a un ambiente interno hanno ruote più piccole e un motore meno potente, sono progettate per garantire il massimo comfort grazie alla possibilità di regolare il sedile e lo schienale. Possono essere guidate attraverso un joystick, così da permettere mobilità anche a chi soffre di patologie più limitanti.

Scooter per disabili per ambienti esterni

scooter per disabili

Gli scooter per disabili, destinati a un uso esterno, sono creati apposta per accompagnare la persona nelle sue attività quotidiane come fare la spesa, percorrere strade di città fatte anche di dislivelli e sono attrezzati per diverse situazioni. Il telaio di uno scooter per ambienti esterni è solitamente più robusto rispetto a quello di una carrozzina elettrica, ma può comunque essere utilizzato anche in un ambiente interno.

Fattori che influenzano la scelta

Per poter scegliere la carrozzina elettrica più adatta è molto importante valutare diversi fattori. Ad esempio la funzionalità degli arti superiori influenzerà la guida del mezzo, è quindi fondamentale fare delle prove prima dell’acquisto.

comando per guidare una carrozzina elettrica

Va considerata anche la posture dell’utente e quanta autonomia possiede nel muoversi e cambiare posizione. I modelli più avanzati infatti permettono di regolare il sedile in qualunque momento per evitare di mantenere la stessa posizione per lungo tempo. Alcune possono perfino essere piegate o smontate per facilitarne il trasporto.

Carrozzine a trazione anteriore, posteriore o centrale

Le carrozzine elettriche si differenziano anche in base alla trazione. Quelle con la migliore stabilità sono le carrozzine a trazione anteriore, che possiedono delle ruote anteriori più grandi per facilitare gli spostamenti in ambienti sia interni che esterni.

Nelle carrozzine a trazione posteriore sono le ruote posteriori ad essere più grandi, sono molto semplici da pilotare, ma meno stabili a causa delle ruote anteriori sterzanti.

Le carrozzine a trazione centrale presentano tre set di ruote, le più grandi sono quelle centrali. Questo modello è un po’ più instabile se si procede a velocità sostenuta.

Qualunque sia il modello scelto è molto importante prestare sempre attenzione, soprattutto all’esterno quando si percorrono strade di città. Ogni tipologia di carrozzina ha le sue caratteristiche che rispondono a determinate esigenze, la scelta giusta può garantire il normale svolgimento delle attività quotidiane e un sereno stile di vita a chi ne ha bisogno.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *